BASELGA DI PINE | STORIA DI BASELGA DI PINÉ | ALTOPIANO DI PINÉ | RISTORANTI | MAPPA | Contattaci | Links

Storia di Baselga di Piné

Navigare Facile

La Storia di Baselga di Piné

Le prime testimonianze storiche risalgono al XII secolo, quando Baselga di Piné era una pieve, una Chiesa posta sotto il controllo della Cattedrale di Trento.

Un secolo più tardi i territori appartenenti alla pieve insieme a Balsega (tra i quali Fornace, Lases e Lona) acquisirono una significativa autonomia dalla Chiesa di Trento e dagli obblighi feudauli, proclamandosi la Magnifica Comunità Pinetana.

Baselga di Piné ed i comuni limitrofi conobbero così secoli di propsperità, merito della fertilità dei campi, degli allevamenti sorti nei terreni strappati alle montagne, dei prodotti donati dai boschi e dell'importanza strategica dal momento che questi territori trentini ospitavano il Castello del Belvedere.

Dove

Un Castello che si narra fosse incantevole, ma del quale al giorno non restano purtroppo che testimonianze essendo andato distrutto durante una rivolta del popolo alla fine del XIII secolo, una delle numerose volte a tutelare l'autonomia conquistata.

La Magnifica Comunità Pinetana lottò, infatti, alacremente nel corso dei secoli per conservare l'indipendenza ottenuta a metà del Duecento, riuscendo a resistere fino al 1875, quando venne sciolta e furono costituti i comuni di Balselga di Piné, Bedollo e Miola.

Oggi Baselga di Piné è una rinomata meta turistica del Trentino Alto Adige, assai frequentata in ogni stagione dell'anno e, oltre che dal turismo, l'economia loale è alimentata dalla raccolta, dalla lavorazione del legname e dall'estrazione del porfido e dal settore primario.

Risorse Attinenti
Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio